Il Sud con Salvini

A Colonia, l’orrore non ha mai fine: un altra donna molestata e ora è sotto choc

loading...

Anja Bach (nome di fantasia), 24 anni, prende tutti il treno alla stazione di Colonia per recarsi al lavoro. Mercoledì pomeriggio, però, è stata aggredita e molestata da un gruppo di uomini proprio dentro la Hauptbahnhof. Nel mezzo del traffico quotidiano e in un luogo che, a seguito dei recenti avvenimenti, era stato annunciato essere sorvegliato al massimo da parte delle forze dell’ordine.

“Erano circa le 17.20” racconta “ed ero alla stazione ad aspettare il treno. Era buio e pioveva, ma intorno a me c’erano alcuni passanti per cui non mi sentivo in un luogo insicuro. Di colpo, però, sono stata circondata da un gruppo di uomini. Erano in tanti e nessuno di loro parlava tedesco. Alcuni sono rimasti distanti, come se controllassero che non ci fossero pericoli, mentre quattro di loro si sono avvenatti su di me. Uno di loro mi ha parlato in inglese, dicendomi ‘how are you?’, e poi ha tentato di baciarmi e ha allungato le mani per toccarmi il corpo. Ha un certo punto, però, una delle vedette ha urlato qualcosa e tutti se ne sono andati velocemente. Probabilmente stava arrivando qualcuno, non lo so perchè sono immediatamente corsa via. Presa dal panico ho subito telefonato a mio padre, che mi ha passato un numero di emergenza della polizia da chiamare. L’ho fatto, ma l’agente al telefono non è stato per nulla collaborativo.

loading...

Dopo che gli ho raccontato quanto successo mi ha chiesto se sapessi in che lingua parlassero gli aggressori. Gli ho risposto che con me avevano parlato inglese, dicendomi ‘how are you?’ ‘Le hanno solo chiesto come stava, non è successo nulla allora’ mi ha risposto. Poi, dopo che ho protestato, mi ha detto che avrebbe mandato dei sui colleghi a prendermi. Che sono però arrivati solo mezz’ora dopo. Mi hanno chiesto come stessi e se fossi ferita. Dato che non lo ero mi hanno semplicemente augurato buona serata e se ne sono andati, lasciandomi di nuovo sola alla stazione. Sono oltre 120 i casi di aggressioni ai danni di donne tedesche da parte di cittadini di origine straniera – presumibilmente mediorientale – registrati nella sola notte di Capodanno. E, a quanto pare, non bisogna abbassare l’allerta, perchè tali episodi si possono verificare. Come già avvenuto.

Fonte: Qui

loading...

SEGUICI SU FACEBOOK

banner