Accoltellato da un albanese per un saluto sbagliato, 18enne in rianimazione

490

Un 16enne posto in stato di fermo e un ferito di 18 anni in rianimazione: questa la conclusione di una lite con accoltellamento avvenuta ieri pomeriggio a Termoli (Campobasso) lungo la passeggiata dei trabucchi. Sul 16enne, di origine albanese, di Campomarino (Campobasso) pende l’accusa di tentato omicidio. Il provvedimento di fermo è stato eseguito nella notte dalla Polizia di Termoli. Il ferito è stato soccorso e trasferito al San Timoteo di Termoli dove è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico. Ora è sotto stretto controllo medico nel centro di Rianimazione dell’ospedale.

Come riporta ANSA: A scatenare l’aggressione, secondo il racconto degli amici del ferito presenti al momento dell’accoltellamento, forse un saluto ‘sbagliato’. Il 16enne, sempre secondo quanto raccontato da testimoni, dopo essere stato chiamato e salutato dal termolese che lo aveva scambiato per un suo amico, si è calato un cappuccio sul viso, ha avvicinato il diciottenne colpendolo all’addome. Subito dopo è fuggito.

Nel corso della nottata la Polizia ha interrogato tutti i presenti e fatto scattare la ricerca del minore che poi si è costituito accompagnato da un familiare. La madre dell’ aggressore, subito dopo il fatto, è stata colta da una crisi isterica ed è ricorsa alle cure dei medici del Pronto soccorso dove è stata raggiunta ed ascoltata dalla Polizia e dal Sostituto procuratore di Larino Carrai. Interrogati come persone informate sui fatti anche due amici del minore e residenti a San Martino in Pensilis (Campobasso). I due erano in compagnia del sedicenne al momento dell’accoltellamento.

Fonte: Qui