Il Sud con Salvini

Allerta massima a Bruxelles. Minaccia seria ed imminente

Minaccia serie ed imminente. Allerta massima a Bruxelles. Annullate le partite di calcio.

Da stamattina la metropolitana di Bruxelles è chiusa.

Tutto questo perché stanotte l’unità di crisi belga ha deciso di alzare al livello massimo l’allarme terrorismo nella regione, passando dal livello 3 al 4. La decisione è stata adottata dopo una nuova analisi condotta da organismo di coordinamento per l’analisi delle minacce (OCAM). Tale misura eccezionale, che è stata adottata fino ad oggi appena due volte, si deve al fatto che “l’analisi mostra una minaccia grave ed imminente che richiede l’adozione di specifiche misure di sicurezza, e raccomandazioni specifiche per la popolazione”, si legge sul sito web dell’unità di crisi.

loading...

Per il resto del paese resta in vigore il livello 3 di allerta, che si applica nei casi di minaccia “possibile e probabile” ed è stato adottata dopo gli attentati di Parigi. L’unità di crisi aveva consigliato al governo della regione di Bruxelles l’interruzione della circolazione in tutta la rete della metropolitana tra oggi e domani. Secondo l’organismo era importante diffondere quanto prima le informazioni dell’aumento dell’allarme sicurezza,”in modo che tutti siano informati di questa mattina”. Le autorità amministrative dei 19 ditretti comunali della regione di Bruxelles hanno ricevuto dall’unità di crisi il consiglio di annullare tutti i grandi eventi previsti sul territorio e invitati a “una comunicazione al pubblico” affinché siano evitati il più possibile i luoghi con un grande assembramento di persone.

Il Centro nazionale di crisi belga (Ocam), oltre a chiedere di annullare tutti i grandi eventi previsti a Bruxelles nel fine settimana e di chiudere la metro, “raccomanda di annullare le partite di calcio di prima e seconda divisione”. L’Ocam chiede anche di “rafforzare il dispositivo poliziesco e militare”.

Intanto il giudice istruttore di Bruxelles ha spiccato il mandato d’arresto nei confronti di una terza persona sospettata di aver partecipato agli attentati di Parigi. Lo ha reso noto la Procura federale. L’arrestato, a quanto si è appreso, è una delle persone fermate durante le perquisizioni compiute ieri in diversi quartieri della capitale belga. Nel pomeriggio la stessa Procura aveva confermato l’arresto di due dei nove fermati nel corso delle operazioni di giovedì.

loading...

SEGUICI SU FACEBOOK

banner