ARRIVA LA BARBIE ATLETA CON IL VELO: COSI’ LE MULTINAZIONALI SI PIEGANO ALL’ISLAM

6
Un'immagine di Barbie, la bambola più famosa al mondo, in un'inedita versione, quella con l'hijab, il tradizionale velo islamico che copre capelli e collo della donna che lo indossa. La 'Hijarbie', come è stata subito ribattezzata, e' stata lanciata da Haneefa Adam, una ricercatrice nigeriana che voleva che ci fosse una Barbie con la quale potessero relazionarsi le ragazze musulmane. ANSA/ UFFICIO STAMPA +++ ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING +++

Continua l’islamizzazione con il contributo delle volte nazionali, che come Lidl, si inginocchiano all’Islam per puro business, “normalizzando” e diffondendo una sub-cultura barbara, incivile e violenza, incompatibile con i valori occidentali. L’unica arma per fermare questi nemici della nostra società è il boicottaggio.

NEW YORK, 14 NOV – Il creatore di Barbie ha fatto sapere che metterà in vendita una bambola con le fatezze di Ibtihaj Muhammad, una campionessa americana di scherma che partedipò alle Olimpiadi dello scorso anno indossando l’ hijab. La Mattel ha confermato che la bambola sarà in vendita online il prossimo autunno.

La bambola fa parte di una serie chiamata “Shero”, dedicata alle donne che hanno saputo oltrepassare ogni barriera. Tra le ultime della serie, anche quella che ritrae la ginnasta Gabby Douglas e la regista di “Selma”, Ava DuVernay.

Muhammad ha detto in un Twitter di essere orgogliosa che delle bambine possano giocare con “una Barbie che sceglie di indossare il velo!”. L’atleta, la prima americana a competere alle Olimpiadi indossando un hijab, ha vinto una medaglia di bronzo per la scherma alle Olipmiadi di Rio del 2016.

Ansa