AUSTRIA, IMMIGRATO UCCIDE UNA DONNA A COLPI DI SPRANGA: CONDANNATO GIÀ 18 VOLTE DAL 2010

389

Vienna. Un richiedente di 41 anni proveniente dal Kenia ha ucciso una donna nella notte tra mercoledì e giovedì a colpi di bastonate. Secondo quanto riportato dalla Kronen Zeitung, la vittima è una donna di 54 anni, stava andando al lavoro insieme ad una collega.

Riportando un comunicato della polizia, il giornale scrive che la signora e la sua collega erano appena uscite dalla macchina quando l’assassino è andato loro incontro armato di una spranga di ferro”. Per evitarlo le due donne hanno cambiato lato della strada, ma il keniano l’ha seguita e iniziato a colpire ripetutamente la vittima.

Durante l’aggressione la seconda donna si è messa in salvo e ha chiamato la polizia. I motivi dell’aggressione sono ancora sconosciuti. Terminata la violenza l’assassino ha cercato di dileguarsi, ma è stato catturato pochi minuti dopo dalla polizia, alla quale non ha opposto resistenza.

Il keniano non era sconosciuto alle forze dell’ordine, secondo le quali viveva in Austria illegalmente già dal 2010 ed era già stato condannato diverse volte per crimini minori, come taccheggio, furto e violenza privata. Nel 2015, poi, aveva già aggredito un ragazzo di 21 anni sempre con una spranga di ferro. Le condanne da lui collezionate in cinque anni sono addirittura 18. Eppure si trovava a piede libero.

Fonte: Qui