Assurdo, ad Occhieppo Superiore, Comune di 3mila abitanti a due passi da Biella, i bambini sono costretti a vivere in casa per via degli immigrati.

Tutto questo perché, stesso gli immigrati spacciano droga. I genitori dei bambini, sono più di tre anni che fanno denuncia al comune e alla Polizia ma ahimè il problema c’è sempre.

Sabrina Grandi, mamma di due piccoli fanciulli, ha dichiarato: “I miei figli si sentono carcerati, ma io ho paura. Così gli impedisco di uscire di casa. I migranti avvicinano i nostri figli e li invogliano a consumare droga. Gli dicono: ‘Provatela, che è buona”.

“…E gliela regalano. Lo fanno per creare una dipendenza e poi avere nuovi clienti”.

loading...

Momenti tensioni per gli abitanti di Occhieppo Superiore e soprattutto tanta paura per i loro figli.

Filippo Fanton, anche lui proprietario di un appartamento a due passi da dove vendono la droga ha dichiarato: “Un gruppo di siriani faceva paura e urlava apprezzamenti pesanti alle ragazze del quartiere. Per ora non è successo ancora l’irreparabile, ma questa è casa nostra e non si può vivere così”.

Fonte: Il Giornale

loading...