Il Sud con Salvini

Boualem Sansal, l’ipotesi dello scrittore tunisino: “Così l’islam dominerà tutto il mondo”

loading...

Lo scrittore algerino Boualem Sansal attraverso La Revue, la storica rivista culturale francofona, ipotizza entro cinquant’anni l’irreversibile ascesa del totalitarismo islamico. Sansal nel suo libro 2084: La fine delMondo tratteggia lo scenario che, a suo parere, si manifesterà entro pochi decenni: un impero integralista fondato sul pensiero unico islamico dominerà il pianeta. Paura, denuncia, sorveglianza e polizia del Pensiero sono il quadro apocalittico in cui ci muoveremo. Uno scenario ancor più inquietante dopo le recenti stragi di Parigi. Nel futuro immaginato (e temuto) da Sansal, l’impero islamico mondiale e totalitario rende incapace di riflettere e di ragionare i sudditi: “Non esistete più. Siete ridotti allo stato di schiavi, divenuti sordi, muti, ciechi”.

loading...

Come il nazismo – “Islamismo, nazismo e fascismo sono la stessa cosa. L’idea della razza eletta nazista, la razza ariana, fa parte della cultura germanica. Come presso gli arabi dopo l’Islam. Perché il profeta è arabo. È una razza superiore, eletta…”, dichiara lo scrittore analizzando l’affinità delle ideologie totalitarie e individuando un “ponte” tra nazismo e islamismo radicale. Un pericolo reale nel “contesto attuale in cui viviamo e che discende dai processi storici che vengono dalla colonizzazione, dalle rivoluzioni del mondo arabo e musulmano”.

La nahda – E l’Isis invoca il risveglio, la nahda, che molti pensatori islamici rincorrono da tempo per ripartire alla conquista del mondo, ritrovare l’origine e dare espansione all’Islam per “fare il vuoto, eliminare l’Occidente”. “Questo è Daesh, ma anche, in altro modo, Arabia Saudita e Qatar: hanno deciso di sbarazzarsi dell’Occidente lavorando all’interno stesso della sua società, colpevolizzandola. Investono nella costruzione di moschee, istituti islamici, scuole coraniche e diffondendo una propaganda efficace sulle persone poco istruite”, conclude Sansal.

loading...

SEGUICI SU FACEBOOK

banner