Brennero, l’Austria: “Controllo migranti sui treni o faremo un recinto”

140

Nel piano anche un limite di 30 km/h in autostrada. Il ministro degli Esteri Gentiloni: “No a iniziative unilaterali”

Se l’Italia non permetterà alla polizia austriaca di salire sui treni già su territorio italiano per effettuare controlli sul flusso dei migranti, Vienna costruirà unrecinto alla frontiera. E’ quanto rivela il quotidiano austriaco Tiroler Tageszeitung, anticipando quella che sembra essere la posizione del governo. Il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, commenta: “Confidiamo che Vienna, nei prossimi mesi, non prenda alcuna iniziativa unilaterale“.

La decisione di erigere o meno il recinto secondo Vienna dipenderà soltanto dall’eventuale realizzazione da parte italiana di “zone cuscinetto e strutture di assistenza” al Brennero.

A passo d’uomo in autostrada – Sempre secondo il quotidiano, le quattro corsie autostradali al Brennero saranno separate e sarà imposto il limite di velocità di 30 chilometri all’ora. Nell’area dove verranno svolti controlli personali e controlli a vista, si dovrà procedere a passo d’uomo.

Gentiloni: “No a iniziative unilaterali” – Il titolare della Farnesina, intanto, rivela la posizione dell’Italia in un’intervista a un altro quotidiano austriaco, Die Presse: “Niente decisioni unilaterali, confidiamo che l’Austria continuerà a collaborare strettamente con noi nella crisi dei profughi. Quello del Brennero non è un problema soltanto bilaterale. L’Austria e l’Italia sono membri di una comunità e questa comunità si chiama Unione Europea. L’Ue ha delle regole che vanno rispettate: la chiusura di confini all’interno dello spazio Schengen non può essere decisa da singoli Stati”.

Poi aggiunge: “Attualmente non esiste nessun fattore esterno che giustificherebbe la chiusura del Brennero: sebbene i flussi migratori attraverso il Mediterraneo verso l’Italia siano intensi, non sono diversi da quelli del 2014 e del 2015. Siamo ancora lungi da un’invasione”.

http://www.tgcom24.mediaset.it/mondo/brennero-l-austria-controllo-migranti-sui-treni-o-faremo-un-recinto-_3005273-201602a.shtml