Chef per i presunti profughi dopo le proteste, Salvini: Vergogna!

169

Dopo le proteste dei profughi ospiti della Coop Dimora d’Abramo davanti alla questura di Reggio Emilia contro la qualità del cibo che gli veniva servito in mensa, arriva uno chef pachistano. La notizia, riportata dal Resto del Carlino di Reggio Emilia, ha scatenato polemiche.

“Incredibile a Reggio Emilia – scrive il segretario della Lega Matteo Salvini in un post sul suo profilo Facebook – Dopo aver protestato in Questura per la qualità del cibo, ai presunti profughi ospiti della Coop Dimora d’Abramo è stato assegnato uno chef, specializzato in piatti africani e pachistani. Cioè, questi fanno casino e invece di espellerli gli mandano il cuoco!?! Con tanti italiani che crepano di fame…Vergogna!”.