LaPresse04-05-2011 Taranto (Italia)CronacaTaranto, arrivo dei profughi libici da LampedusaNella foto: l'arrivo dei profughiLaPresse04-05-2011 Taranto (Italy)NewsTaranto, libyan refugees from Lampedusa to the Taranto harbourIn the pict: libyan refugees

Era andato in ospedale per farsi medicare un’infezione da scabbia. Ma dopo la visita, l’uomo si è nascosto nei sotterranei per poter compiere furti nella notte.

Cercava sollievo al prurito insopportabile che lo tormentava. Un immigrato irregolare di nazionalità indiana, affatto da scabbia, si era recato all’ospedale di Santoroso (Vicenza) per poter essere assistito. Dopo le cure ricevute, l’immigrato non ha avuto nessuna riconoscenza verso i medici, anzi si è nascosto nei sotterranei per attendere la notte. Quando si è trovato solo in ospedale, ha iniziato a gironzolare per la struttura per rubare medicine, materiale vario e indumenti.

L’uomo ha messo a soqquadro metà dell’ospedale e prima di andarsene, si è addirittura tagliato capelli e barba. I peli sono stati sparpagliati per tutto l’ospedale e al mattino, quando un’infermiera ha dato l’allarme, è stata necessaria una disinfestazione. L’infermiera ha specificato che la disinfestazione è stata obbligatoria perchè tutti gli oggetti entrati in contatto con l’immigrato potevano “essere stati infettati“.

L’uomo è stato trovato dalla polizia ed è stato accompagnato in questura per poter essere identificato. L’immigato è stato trovato senza permesso di soggiorno e i vari accertamenti sulla sua persona hanno permesso di scoprire che era già stato segnalato per furti in altre città del nord Italia. Il questore di Schio, a differenza di molti altri, ha deciso di prendere in mano la situazione e ha disposto l’esplusione immediata dall’Italia.

Measure
Measure