Il Sud con Salvini

CONFERENZA EPISCOPALE TEDESCA CONTRO LA MERKEL E IL PAPA: ”BASTA ACCOGLIENZA LA GERMANIA NON PUO’ ACCOGLIERE CHIUNQUE”

loading...

LONDRA – Non solo i cittadini tedeschi, che ormai in maggioranza non vogliono più Angela Merkel a capo del governo, ma anche la chiesa cattolica tedesca critica la politica dei rifugiati della Cancelliera tedesca.

In una recente intervista rilasciata al Passauer Neue Presse il cardinale Reinhard Marx, presidente della Conferenza Episcopale di Germania, ha invitato il governo ad accogliere meno rifugiati giustificando tale posizione col fatto che il Paese non puo’ accogliere tutti coloro che hanno bisogno di aiuto.

“La questione dei rifugiati – ha aggiunto il cardinale Marx – va vista e gestita con la ragione e non con la pieta’ e la compassione”.

Ovviamente il cardinale ha anche condannato la crescente xenofobia che alimenta odio e intolleranza, ma chiaramente si e’ reso conto che questa situazione non puo’ andare avanti e ha usato parole forti per chiedere ai politici tedeschi di usare il buon senso.

Al momento non e’ chiaro cosa abbia spinto la chiesa tedesca ad assumere questa posizione, ma di certo tale dichiarazione di buon senso e’ lontana anni luce dalla chiesa italiana la quale non fa altro che predicare l’accoglienza e dire che gli immigrati sono una risorsa.

E chi pensasse che la pur autorevole presa di posizione del presidente della Conferenza Episcopale tedesca sia una specie di fulmine nel ciel sereno della Chiesa cattolica tutta dalla parte dell’accoglienza senza limiti e criteri di selezione dei migranti da Africa e Medio Oriente, si sbaglia. E di grosso.

loading...

La presa di posizione del cardinale Marx echeggia nelle dichiarazioni – della scorsa estate –  di diversi vescovi ungheresi che hanno applaudito la decisione del presidente Orbán di far costruire  a tempo di record un muro lungo il confine con la Serbia, muro che ha bloccato l’invasione dell’Ungheria da parte di orde di decine di migliaia di migranti, la maggior parte poi scoperti per essere solo economici e non profughi in fuga dalle guerre.

“Papa Francesco ha torto e i rifugiati ci invadono” dichiarò in quella circostanza il vescovo László Kiss-Rigo, e lo dichiarò niente di meno che al Washington Post. Il monsiglore aggiunse: “Vengono qui al grido di Allahu Akbar, ci vogliono conquistare. Sono totalmente d’accordo con il primo ministro, i rifugiati minacciano i valori universali, cristiani, dell’Europa”.

E l’arcivescovo di Budapest, monsignor János Székely rincarò la dose: “Con una difesa fisica il processo d’immigrazione illegale si ferma. E’ una soluzione forte ma efficace. E vorrei conoscere le sorti dei cristiani in medio oriente” aggiunse.

Come si vede, solo in Italia la grancassa dell’informazione di regime terzomondista afferma che l’accoglienza sia un dovere cristiano, innanzitutto.

Da parte nostra segnalismo anche come l’aspetto piu’ interessante di questa storia della Conferenza Episcopale tedesca che si schiera contro Papa Bergoglio sia il fatto che e’ stata riportata da diversi giornali britannici, ma completamente censurata in Italia a dimostrazione dell’essenza un’informazione libera, sostituita ormai da un’accozzaglia di giornali di regime.

Noi ovviamente non ci stiamo e speriamo che questa storia possa svegliare i tanti italiani che sono di fede cattolica e credono alle menzogne della chiesa di Roma.

IlNord

loading...

SEGUICI SU FACEBOOK

banner