CORRUZIONE, LODI: L’INDAGINE SI ALLARGA AI VERTICI DEL PD…

345

C’è un secondo filone dell’inchiesta di Lodi che vede coinvolto il sindaco Pd Simone Uggetti. Riguarda la costruzione della piscina “Faustina”, l’impianto olimpionico costato 13 milioni di euro.

Il fatto è che a volerlo non è stato Uggetti, ma il suo ben più illustre predecessore alla guida della città lombarda: quel Lorenzo Guerini che oggi è il braccio destro di Renzi alla direzione del Pd. Il titolo di reato per il quale procedono i magistrati lodigiani è quello di “frode in forniture pubbliche”.

L’intreccio tra i due fascicoli è messo in evidenza, come riporta il Corriere della Sera, dalla stessa Guardia di Finanza. Perchè il progetto della piscina, realizzata in project financing, era iniziato con Guerini ed è terminato con Uggetti.