CROAZIA E ALBANIA SI ALLEANO CONTRO UNA ”ROTTA ADRIATICA” DEI MIGRANTI

261
Migrants arriving from Tovarnik cross the border to Hungary before Hungarian police and soldiers closed the border with barbed wire in Botovo on October 16, 2015. The border between Hungary and Croatia has been closed to "illegal" migrants, the Hungarian government said, with barbed wire fences being set up to seal the frontier. Earlier in the day Croatia announced that it would divert migrants to Slovenia after Hungary said it would close the border with its fellow EU member -- a major transit point for tens of thousands of refugees -- at midnight. AFP PHOTO/STR (Photo credit should read STR/AFP/Getty Images)

ZAGABRIA- La Croazia e l’Albania saranno in costante comunicazione per impedire che una nuova rotta migratoria venga aperta sulle coste del mare Adriatico. Lo hanno detto oggi, dopo un incontro a Zagabria, i ministri della difesa dei due Paesi. Dopo la chiusura il mese scorso della rotta balcanica, in Grecia sono rimasti bloccati migliaia di migranti. L’Albania teme che una parte di tali migranti possa tentare di raggiungere l’Europa occidentale attraversando il suo territorio e da li’ poi via mare l’Italia, oppure via terra tramite il Montenegro, la Croazia. Per evitare una tale prospettiva i ministri della difesa albanese e croato ”hanno deciso di aprire un canale di comunicazione e di intervenire congiuntamente in caso di necessità”.