DEVE PASSARE IL CORTEO DI MAOMETTO – E Babbo Natale deve sloggiare

A Civitanova Marche la sfilata per la nascita di Maometto costringe la consegna dei doni da parte di Babbo Natale a cambiare percorso "per non creare sovrapposizioni"

522
epa04539546 A man dressed as Santa Claus crries an Iraqi Christian child who was forced to flee with his family violence in Mosul, during a Christmas celebration, who were forced to flee from violence in Mosul, during christmas celebrations at a school which is now used as a refugee camp, in Baghdad, Iraq, 24 December 2014. The Mosul Christians were driven from their land and their property which is now feared in the hands of Islamic State (IS) militants. An estimated 100,000 to 200,000 people have fled the region, most of them to the Kurdistan capital Erbil and Baghdad. EPA/MOHAMMED JALIL

Babbo Natale si faccia da parte, deve passare il corteo degli islamici.

Ha fatto discutere, a Civitanova Marche, in provincia di Macerata, la scelta della questura che ha stoppato la slitta carica di doni portati da Santa Claus a cedere il passo al corteo dei musulmani pakistani che festeggiavano la nascita del profeta Maometto.

Come riporta il Resto del Carlino, oggi alle dieci in città erano previsti due eventi concomitanti: la festa islamica e il corteo di Babbo Natale, che sarebbe dovuto sbarcare da una motovedetta della Guardia Costiera e arrivare in piazza XX Settembre con la sua slitta carica di doni. I due gruppi avrebbero potuto incontrarsi in prossimità del palazzo municipale, ma la questura ha preferito evitare sovrapposizioni.

Così è stato deciso che Babbo Natale avrebbe dovuto seguire un altro percorso, mentre gli islamici avrebbero potuto sfilare come previsto.