Il Sud con Salvini

E ora i trafficanti offrono ai migranti traversate low cost: fino al 50% di sconto per il mare grosso, bambini gratis…

loading...

“Andate adesso, costa solo 850 dollari. I bambini possono viaggiare gratis. Se aspettate domani, vi costerà il doppio”. Sconti al tempo del mare grosso. Saldi per migranti che vogliono raggiungere l’Europa per mare. L’offerta, agghiacciante, è di un gruppo di trafficanti di esseri umani turchi. A raccontarla è Nancy Ahmed, infermiera siriana con l’ambizione di raggiungere le coste greche da Smirne. “Mi hanno proposto uno sconto perché il mare era grosso e stava piovendo. Era rischioso, ma ci hanno detto che sarebbe andata bene”.

Nancy, i suoi figli gemelli di 11 anni, e la madre di 70 hanno viaggiato insieme ad altre 40 persone a bordo di una delle sette imbarcazioni partite lo scorso venerdì. La donna ha spiegato che la barca si è quasi rovesciata per tre volte e non è affondata solo per “fortuna” e “per l’abilità dell’iracheno che la guidava”. Anche quest’ultimo era un migrante ed era stato designato come “autista” dagli stessi trafficanti, dopo un corso accelerato di appena un’ora. Per fortuna dei migranti, il barcone è stato soccorso dalla Guardia costiera greca e accompagnato verso l’isola di Samos. Un’altra imbarcazione, partita circa un’ora prima, ha affrontato condizioni meteorologiche peggiori di quello di Nancy, riferisce la Bbc.

loading...

Temporali e mare in tempesta l’hanno capovolta e 13 persone sono annegate. Il portavoce in Grecia dell’agenzia Onu per i rifugiati (Unhcr), Ron Redmond, ritiene che gli sconti applicati dai trafficanti hanno contribuito al forte aumento degli annegamenti dei giorni scorsi. “A Lesbo abbiamo avuto notizia di migrati che si sono visti offrire fino al 50% di sconto per viaggiare in situazione di vento e pioggia”.

Secondo il portavoce, i trafficanti stanno diffondendo un falso senso di sicurezza offrendo traversate su barconi di legno – spacciati come imbarcazioni più salde – in tutto il Mar Egeo, piuttosto che su gommoni. “La gente potrebbe pensare che le barche di legno sono più sicure ma io ho visto queste barche, sembrano molto vecchie e insicure, meccanicamente non in buone condizioni. E caricano a bordo da 300 a 400 persone. Se affondano, la guardia costiera non può arrivare a tutti. Questo è quello che stiamo vedendo adesso”, ha commentato.

Fonte: qui

loading...

SEGUICI SU FACEBOOK

banner