ECCO I CONSIGLI CHOC DEGLI IMAM :”NON DENUNCIARE I FRATELLI MUSULMANI ANCHE SE SONO DELL’ISIS”

311
Foto LaPresse 08-08-2013 Roma Cronaca Termina oggi la festività islamica del Ramadan, fedeli in preghiera alla Moschea di Roma

Un’inchiesta de Le Iene, in onda oggi in prima serata su Italia Uno, ha messo in luce alcune anomalie all’interno del mondo musulmano, in particolare in alcune moschee non ufficiali di Roma. Nel servizio di Marco Maisano, le Iene hanno documentato cosa è successo quando un ragazzo arabo è andato in alcune moschee non ufficiali della capitale raccontando in confidenza di avere un coinquilino intenzionato ad arruolarsi nell’Isis.

Alcuni degli imam hanno detto chiaramente di denunciare subito alla polizia la persona in questione, come nel seguente caso. Un altro imam ha detto al ragazzo di farsi gli affari suoi e di portargli il potenziale terrorista che poi loro avrebbero sottoposto al consiglio della moschea. Altri hanno invitato al silenzio. Come un imam che ha detto: “Se tu li denunci, la polizia non ti lascia andare. Finché non avranno trovato tutte le prove e il processo non sarà concluso. Ti sconsiglio di denunciarlo, io al posto tuo non lo farei”.

Un altro imam si è dimostrato addirittura comprensivo: “Ma io non ce la faccio ad agire contro di loro perché se faccio qualcosa di sbagliato… alla fine sono musulmani. Perché dovrei fare una cosa del genere mettendoli nei guai? Non ce la faccio a dirti di denunciarli”. Infine, un altro imam ha dichiarato: “Se va ad uccidere il Presidente della Francia, della Germania o di Israele fa bene. Anche io vorrei andare con l’Isis ma per quale motivo dovrei farlo… Secondo me l’Isis è stato creato dagli Stati Uniti per distruggere il Medio Oriente. Digli di andare a combattere contro Israele e se ci vanno vacci anche tu”.

Fonte: Qui