Egyptair, ipotesi dagli 007 israeliani: “Bombe nella stiva”

46

Sono ormai passati giorni dalla tragedia del volo MS804 dell’Egyptair, ma ancora non è emersa una verità ufficiale. Cauta l’ipotesi terrorismo, sembra però profilarsi quella dell’esplosione in volo. Tesi confermata sia dalle prime testimonianze raccolte dopo l’incidente, sia da alcuni elementi probatori. Innanzitutto i corpi smembrati, talvolta solo piccole parti di essi, ora raccolti per dare un nome alle vittime.
L’ipotesi principale resta quindi quella dell’attentato, di un’esplosione a bordo, una bomba forse messa a Roissy, dove l’aereo aveva fatto sosta per un’ora prima di ripartire destinazione Il Cairo, dopo essere partito da Parigi.
Secondo le autorità egiziane, però, non ci sarebbe stata alcuna esplosione e quindi la tragedia resterebbe tuttora inspiegabile «In un aereo che precipita, si verifica necessariamente un’esplosione, che riduce l’apparecchio a pezzi, che sia in volo, come risultato di un’avaria o di un atto criminale, o quando l’apparecchio si schianta sulla superficie del mare, dopo una caduta di undici chilometri, come è stato il caso dell’Airbus Egyptair» sostiene il governo egiziano.

Fonte: sostenitori.info