EURABIA – In Francia niente più Medioevo cristiano. Ora a scuola si studia l’islam

680

La riforma della ministra marocchina Najat Vallaud-Belkacem riduce il latino e il greco e a favore della storia dell’islam. Insegnanti in rivolta

I ragazzi francesi devono “dimenticare” la storia cristiana, il Medioevo, Carlo Magno e via dicendo.

Meglio imparare la storia di Maometto e l’islam. Il senso della riforma voluta dal governo Hollande è più o meno questo. Nello stravolgimento dei programmi scolastici voluto e firmato dalla ministra di origini marocchine Najat Vallaud-Belkacem.

Addio al Medioevo, arriva l’islam

Il nuovo corso della Francia socialista prevede che i ragazzi studino obbligatoriamente l’islam mentre il Medioevo va a finire tra le materie facoltative. Non solo. Allo studio dei grandi momenti della Francia si preferisce porre l’accento sui periodi bui come il colonialismo e i genocidi africani.

Come riporta Libero, gli insegnanti sono in rivolta. E da giorni stanno scioperando. A quanto pare non tutti apprezzano il tentativo di “cancellare la civilizazione francese” in favore di una buonista riforma multiculturalista.

Gli studenti dovranno dire addio anche al greco e al latino, ridotti da 36 a 10 ore settimanali e posti al livello di materie come l’informatica. E invece l’islam viene elevato. Chiamatelo, se volete, suicidio francese.