“Sui computer, tablet e altri dispositivi elettronici dei jihadisti dell’Isis rinvenuti in battaglia abbiamo scoperto migliaia di film pornografici”, l’incredibile rivelazione arriva da un ex alto ufficiale dell’esercito statunitense nonché ex membro dell’intelligence degli Stati Uniti, il tenente generale Michael Flynn. Secondo l’ex membro della Cia, infatti, la maggior parte dei dispositivi catturati ai jihadisti erano riempiti fino all’80 per cento con film porno. Per Flynn non si tratta solo di una palese violazione delle stesse norme interne imposte dal sedicente Stato islamico ma di un vero e proprio strumento psicologico usato dai jihadisti per dimenticare le atrocità e quindi poterne compiere altre con più facilità

“Nei pc abbiamo visto negli occhi la violenza spietata dei nostri nemici: donne e bambini, ragazze e ragazzi, violentati e sfruttati, decapitazioni memorizzate su computer portatili accanto alla pornografia” ha spiegato ancora Flynn al giornale tedesco Bild, parlando del suo libro che in cui teorizza la guerra contro l’Islam radicale. “Ad un certo punto abbiamo dovuto constatare che il materiale sui computer portatili era rappresentato per l’80 per cento da pornografia” ha aggiunto l’ex generale, considerato uno dei possibili uomini di governo nel caso di un vittoria di Donald Trump alle elezioni presidenziali Usa.

Fonte: FanPage

SEGUI TUTTI I NOSTRI ARTICOLI SU FACEBOOK. METTI UN LIKE
loading...