Il Sud con Salvini

Francia, Le Pen al 28%: La vittoria è rivolta del popolo contro le elite

loading...

Parigi (Francia), 7 dic. (LaPresse/EFE) – La vittoria del Front National al primo turno delle regionali francesi rappresenta la rivolta del popolo contro le élite. Lo ha dichiarato la leader dell’ultradestra, Marine Le Pen, parlando alla radio Rtl. “I cittadini – ha spiegato – non sopportano più il disprezzo di una classe politica che per anni ha difeso i suoi interessi e non quelli del popolo”. Con una vittoria a livello nazionale di circa il 28%, secondo le ultime proiezioni, il suo partito ha inferto un duro colpo all’alleanza di centro-destra guidata dall’ex presidente Nicolas Sarkozy e alla coalizione dei socialisti, i grandi sconfitti di questa tornata elettorale.

loading...

Questo risultato, ha sostenuto Le Pen, è stato “ottenuto nonostante le ingiurie contro il mio partito e non è una sorpresa, ma è il frutto di una lunga ascesa“. Obiettivo del partito nazionalista è rafforzare la vittoria nelle sei regioni in cui ora è in testa durante il ballottaggio di domenica prossima, e guadagnarne altre. “Il Paese – ha aggiunto Le Pen – è in una situazione drammatica in termini di creazione di ricchezza, e il popolo francese ha ora voglia di cambiamento”.

SCONFITTA SOCIALISTI E’ SUICIDIO DI PARTITO. “La sconfitta subita dal partito socialista del presidente francese François Hollande, durante il primo turno delle regionali, è una sorta di suicidio collettivo per tale formazione” ha dichiarato la leader di FN. Secondo Le Pen la scelta dei socialisti di ritirarsi dal ballotaggio nelle regioni in cui non aveva possibilità di vincere, favorendo così la vittoria del centro destra a scapito del Front National, “è stata una decisione ingiusta e antidemocratica”.

loading...

SEGUICI SU FACEBOOK

banner