Il Sud con Salvini

François Hollande pronto a modificare la Costituzione nel nome della sicurezza

loading...

Laurence Alexandrowicz: “Fabien Farge, nostro inviato speciale a Parigi ha seguito il discorso tenuto da François Hollande al Parlamento riunito a Versailles, tre giorni dopo la tragedia. Fabien il presidente ha risposto alle aspettative dei parlamentari e dei francesi?”

Fabien Farge: “Quando un Presidente della Repubblica si esprime seguono come sempre una serie di reazioni che percorrono tutto lo spettro politico. A sinistra il suo intervento è stato letto come un messaggio all’insegna della fermezza, impegno a cui seguono una serie di misure tra cui la creazione di nuovi posti di lavoro nei settori della sicurezza, della giustizia e nelle sedi delle dogane. Tra i nuovi provvedimenti assunti c‘è quello sul prolungamento di 3 mesi dello stato di emergenza . Il Parlamento dovrà esprimersi e votare questa misura entro la fine di questa settimana. A destra invece le reazioni sono state piuttosto contenute e in alcuni casi di delusione. Il deputato Hervé Marietton ad esempio ha criticato i provvedimenti annunciati da Hollande soprattutto per quello che riguarda il fronte interno. Ha sottolineato infatti che il capo dello Stato nel suo intervento non ha utilizzato il termine “islamico”.

loading...

Laurence Alexandrowicz: “Fabien, qual è il punto più importante di questo discorso? Si dice l’unità. Ma non sembra esserci davvero visto che da destra si sono già levate delle critiche..”

Fabien Farge: “Certo questa unità nazionale a cui ha fatto appello si concretizza ben poco. Ma tra le cose importanti da considerare nell’intervento del capo dello Stato c‘è la creazione di nuovi posti di lavoro che avranno bisogno di un grande sforzo finanziario. François Hollande lo ha riassunto in una frase dicendo semplicemente: la sicurezza in Francia è più importante del rispetto dei parametri del patto di stabilità a livello europeo. L’impegno della Difesa è dovuto alle circostanze eccezionali in cui si trova il paese e ha bisogno di essere supportato finanziariamente. Altro punto importante riguarda le modifiche costituzionali per quello che viene definito “lo Stato di eccezione”. In previsione c‘è il rinforzo dell’apparato giudiziario e l’introduzione di diverse leggi che dovranno essere votate le prossime settimane qui in Francia”.

loading...

SEGUICI SU FACEBOOK

banner