GERMANIA, AFD: L’ISLAM NON È PARTE DI NOI… APPROVATA MOZIONE ANTI ISLAM

413
In this July 4, 2015 picture Alternative fuer Deutschland party co-chairs Bernd Lucke , left, and Frauke Petry attend the party conference in Essen, Germany. The upstart Alternative for Germany party has replaced its euroskeptic leader with a conservative from the east who wants to place greater emphasis on immigration. A majority of AfD members backed Frauke Petry in the leadership vote Saturday against Bernd Lucke, who led the party during its successful bids in the past two years to enter the European Parliament and five German state assemblies.(Frederico Gambarini/dpa via AP))

L’Islam non è parte della Germania e la sua versione più ortodossa è anticostituzionale”. Inizia così la mozione programmatica sull’immigrazione approvata oggi dal partito di destra AfD (Alternative für Deutschland), riunito in congresso a Stoccarda.

“Un Islam ortodosso, che non rispetta il nostro ordine e pretende di combatterlo, che aspira a imporre la sua religione sulle altre, non è costituzionale” si legge nel documento. AfD è stato fondato solo tre anni fa con una programma apertamente anti-euro che, col tempo, ha assunto posizioni xenofobe e anti-Islam. Allo stato attuale non ha non ha deputati nel Parlamento federale ma conta rappresentanti in otto dei sedici Länder e registra una crescita costante nei sondaggi.

Gli ultimi lo accreditano al 14% e per questo rappresenta una minaccia i partiti tradizionali, soprattutto dalla CDU della cancelliera Angela Merkel in vista delle elezioni nazionali del prossimo anno. In queste giornate di congresso i delegati hanno approvato la proposta di rimuovere tutti i “simboli del potere islamico” come i minareti e i burqa e hanno contestato tutti i tentativi di “dialogo con la comunità musulmana”. Frasi forti dette in un Paese come la Germania dove vivono quasi 4 milioni di musulmani, provenienti perlopiù dalla Turchia e che rappresentano il 5% della popolazione. Frasi che possono innescare facilmente nuovi scontri dato che, come ricorda il Corriere della Sera, solo un mese fa il capo del Consiglio centrale dei musulmani tedeschi aveva paragonato i militanti di AfD ai nazisti di Adolf Hitler.

Fonte: Qui