GLI ITALIANI NON TOLLERANO PIU’ I MIGRANTI. IN EUROPA SONO I PIU’ STANCHI

128

Gli italiani non ne possono più degli immigrati. A rivelarlo è un sondaggio della compagnia di ricerche di mercato britannica YouGov, che ha chiesto agli abitanti di diversi Paesi dell’Unione Europea quanto si sentissero estraniati nel proprio luogo d’origine in relazione all’arrivo di sempre più stranieri.

La rilevazione chiedeva agli intervistati se fossero d’accordo o meno con un’affermazione molto chiara: “Gli stranieri che vivono qui intorno sono così tanti che non mi sembra più a casa mia.”

E, sorpresa, gli italiani si collocano al primo posto: il 52% dei connazionali interpellati risponde infatti affermativamente. Seguono a ruota francesi e tedeschi, con percentuali rispettivamente di 47% e 44%. In fondo alla classifica gli Stati dell’Europa orientale e le Repubbliche Baltiche, quasi tutti con percentuali inferiore al 20%. Non stupisce, poiché si tratta dei Paesi dove la percentuale di immigrati è più bassa.

Tuttavia c’è un dato, che riguarda proprio l’Italia, che deve far riflettere. Il nostro Paese, pur essendo quello con la percentuale più alta di popolazione che appunto “non si sente più a casa propria”, non è certo lo Stato dove si trovano più immigrati.

A influire sui risultati, tuttavia, è la percezione dell’immigrazione, con oltre l’80% degli arrivi che, come ha ricordato oggi il commissario Ue Dimitri Avramopoulos, sarebbero irregolari e quindi vedrebbero protagonisti uomini donne e bambini con scarsissime probabilità di vedersi riconosciuto il diritto d’asilo o qualcuna delle varie forme di protezione previste dal diritto internazionale.