IL PRESIDENTE BUNDESBANK: ”I MIGRANTI DANNEGGERANNO L’ECONOMIA TEDESCA”

101
People hold signs during a pro-refugee demonstration in downtown Hamburg, Germany November 14, 2015. REUTERS/Fabian Bimmer

29 gennaio – Il presidente della Bundesbank, Jens Weidmann, ha mostrato forte pessimismo sulle conseguenze economiche legate all’attuale ondata di migranti. Il successo dell’integrazione dei richiedenti asilo dipende essenzialmente dalle loro qualifiche, ha detto Weidmann al quotidiano ‘Frankfurter Allgemeine Zeitung’. ”Ci potrebbero volere piu’ di 10 anni perchè i profughi raggiungano una quota di occupazione analoga a quella della popolazione locale”, se si suppone un livello di istruzione e di conoscenza linguistica in linea con quella dei migranti del passato, ha indicato Weidmann, per il quale ”se l’integrazione non riesce, allora gli effetti negativi saranno superiori” considerando i contributi duraturi a livello di prestazioni sociali.