Il Sud con Salvini

IL PRINCIPALE QUOTIDIANO ECONOMICO DI FRANCIA LES ECHOS: ”L’ONDA LE PEN INONDERA’ L’ITALIA. LA DESTRA CONTINUA A SALIRE”

A Parigi si guarda da vicino l’Italia e a farlo è il principale quotidiano economico francese, Les Echos, l’equivalente transalpino del Sole 24 Ore. Un titolo in prima pagina non lascia adito a dubbi: “L’onda Le Pen inonderà l’Italia”.

L’articolo, a firma del corrispondente da Roma, Olivier Tosseri, descrive con enfasi quanto sta accadendo e soprattutto potrà accadere nel Belpaese, dopo lo straordinario risultato elettorale francese che oggi vede il Front National essere diventato con più di sei milioni di voti il primo partito nazionale: “Matteo Salvini, leader della Lega Nord, esultava la scorsa settimana per il risultato raggiunto al primo turno delle elezioni regionali francesi dalla sua alleata in Europa, Marine Le Pen. Onda di marea o tsunami, la stampa italiana in questi ultimi giorni si e’ divisa unicamente sulla scelta della metafora che meglio esprima il naufragio in Francia dei partiti tradizionali ed il timore che l’onda populista attraversi le Alpi”.

“Perchè infatti se un elettore francese su tre ha votato per il Front national, quasi un italiano su due e’ disposto a dare il suo voto ad un partito anti-sistema: il Movimento cinque stelle di Beppe Grillo e’ accreditato del 27,6 per cento e la nebulosa della destra composta dalla Lega Nord e dai suoi alleati oscilla intorno al 20 per cento (si fa riferimento alle percentuali di Lega Nord e Fratelli d’Italia -ndr). Quanto al centrodestra (dell’ex premier Berlusconi) il suo DNA e’ piu’ vicino agli ideali del Front National che ai valori gollisti. Ed è accreditato in crescita oltre il 15 per cento”.

loading...

Sul quotidiano economico francese Les Echos il corrispondente da Roma Olivier Tosseri analizza quello che definisce “l’elemento principale della vita politica” dell’Italia, cioe’ a suo parere proprio il populismo: ne rintraccia le origini nel modo in cui le elite unificarono la Penisola, richiama l’esempio del fascismo e cita l’esito contraddittorio della stagione di Mani Pulite. E’ una lunga analisi, dal taglio storico e molto dettagliata, quella scritta da Tosseri, per il quale anche Matteo Renzi utilizza dei tratti populisti, ridicolizzando i “professoroni” e puntando il dito sulle elite imprenditoriali e sindacali lontane dai bisogni reali degli italiani.

Secondo l’analisi del corrispondente di Les Echos, tuttavia, piu’ che la Lega Nord, al momento il principale avversario del partito democratico di Renzi e’ il M5s, che infatti attenderebbe con fiducia i prossimi appuntamenti elettorali amministrativi, specialmente le elezioni comunali nella Capitale. Mentre a livello politico nazionale, sarà il fronte del “leghismo” a rischiare di vincere? “E’ ancora troppo preso per dire se l’ondata populista sommergerà l’Italia – conclude Tosseri –  e’ certo invece che l’onda Le Pen non rifluirà presto. Anzi, sta continando a salire”.

loading...

SEGUICI SU FACEBOOK

banner