I carabinieri della compagnia di Signa (Firenze), a conclusione di un’attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica di Firenze, hanno infatti notificato una misura cautelare in carcere a carico di un 29enne proveniente proprio dalla Cina, che si è reso autore di un furto in casa commesso ai danni di un suo connazionale.

A Dicembre, i Carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Signa intervennero a Campi Bisenzio per una rapina eseguita attraverso l’effrazione di una finestra, a causa della quale lo straniero si vide sottrarre oltre 2.000 euro in contanti.

Fu subito identificato e arrestato il cinese di 29 anni, già noto per altri delitti contro il patrimonio.

L’uomo era stato sottoposto all’obbligo di dimora nel comune di residenza, ma ciò non lo ha convinto a desistere dal commettere altri reati.

L’autorità giudiziaria ha ora aggravato la misura detentiva, disponendone la custodia cautelare in carcere.

Il denaro, rinvenuto a seguito di una perquisizione, è stato restituito alla vittima mentre gli attrezzi da scasso sono stati sequestrati.

Che vergogna! Adesso dobbiamo metterci paura anche dei cinesi. Purtroppo il popolo cinese ci sta devastando e se il Governo non rimedia attraverso i dovuti controlli, siamo bombardati da tutte le nazioni.

Fonte: il populista

SEGUI TUTTI I NOSTRI ARTICOLI SU FACEBOOK. METTI UN LIKE
loading...