Il Sud con Salvini

INTERVISTA DI MATTEO SALVINI ALL’AGENZIA KATEHON: CONTRO LE FOLLI SANZIONI ALLA RUSSIA E PER IL RICONOSCIMENTO DELLA CRIMEA

loading...
[Traduzione] – Katehon (K): Veneto e Liguria e ora anche la Lombardia hanno adottato in Consiglio regionale la risoluzione leghista contro le sanzioni anti-russe e sul riconoscimento della Crimea come parte della Russia. Qual è il suo commento?
– Matteo Salvini (S): Per me è un motivo d’orgoglio guidare un movimento politico che con coraggio, prima di tutti gli altri, fu il primo movimento occidentale ad andare in Crimea, riconoscendo legittimo e democratico il referendum con il quale i cittadini di Crimea hanno scelto di tornare a casa. E quindi non solo il veneto, non solo la Liguria, non solo la Lombardia, l’ obiettivo della Lega è che tutte le regioni italiane riconoscano la libertà di scelta dei cittadini e dicano chiaramente No a delle intromissioni straniere e dicano chiaramente Si a libertà di rapporti e di commercio tanto con la Crimea che con la Russia.

loading...

– K: Un suo commento sulla Brexit e sulle elezioni austriache?
– S: Uscire dall’Unione europea e tornare a vivere si può. Il voto inglese è stato fondamentalmente questo: tornare a controllare i confini,la moneta, il lavoro, il commercio,, il futuro, non solo in Gran Bretagna, ma in Austria, in Francia,in Olanda, spero presto anche in Italia. Con la Lega al governo, per dare soprattutto ai nostri giovani una prospettiva di futuro, di identità, di valori comuni e di sovranità. L’Austria è una lezione di democrazia: chi sbaglia paga. Se ci sono dei voti irregolari i cittadini in Austria possono tornare a dire la loro e rivotare. in italia purtroppo può succedere di tutto e di più e non cambia nulla. Quella di Vienna e di Londra sono due lezioni di democrazia a Roma e soprattutto a Bruxelles.

loading...

1 comment

SEGUICI SU FACEBOOK

banner