INTERVISTA – Salvini: “il vilipendio? E’ di Mattarella e non mio”

91

Intervista a Matteo Salvini: “non sento Berlusconi da 15 giorni”

Affaritaliani.it intervista Matteo Salvini, segretario federale della Lega Nord.

Segretario, è doveroso un ricordo di Gianroberto Casaleggio, co-fondatore del Movimento 5 Stelle morto improvvisamente la notte scorsa.
“Non lo conoscevo, spiace come chiunque altro venga a mancare. Però non l’ho mai incontrato nella mia vita e quindi non faccio ricordi ipocriti e postumi. Mi spiace, ovviamente”.

Matteo Renzi ha affermato che lei è stato ‘meschino’ per quello che ha detto sul Capo dello Stato…

“D’altronde si coprono a vicenda, quindi non mi stupisce”.

Ma c’è chi parla di vilipendio al Presidente per le sue parole sul Capo dello Stato…
“L’unico vilipendio è quello di un Presidente della Repubblica che si occupa tanto del resto del mondo e molto poco degli italiani”.

Quindi l’accusa di vilipendio, secondo lei, andrebbe rivolta non a Salvini ma a Mattarella…
“Sì. Ieri ero a L’Aquila e mi piacerebbe vedere Mattarella in giro per le frazioni dell’Aquila dove la ricostruzione non è ancora ricominciata a sette anni dal terremoto. Poi magai riparliamo di vilipendio”.

Mattarella dal suo punto di vista è meglio o peggio di Napolitano?
“E’ un bel match, sicuramente di danni ne ha fatti di più Napolitano, quantomeno per gli anni che ha avuto a disposizione per far danni. E ne ha fatti tanti”.

E Mattarella?
“E’ lì da poco tempo, ma più per quello che fa o che dice si fa notare per i silenzi. Sostanzialmente eterni”.

Lascia passare troppe cose che fa il governo?
“Beh, sta succedendo di tutto in Italia. Ministri che si dimettono, indagini, inchieste, intercettazioni, arresti, ammiragli al caviale. Lui è il comandante supremo delle Forze Armate e mi sembra che lì più che delle Forze Armate ci si occupe delle tartine e dello champagne”.

Come definirebbe i silenzi di Mattarella?
“Il Capo dello Stato permette tutto a tutti e poi io non dimentico la sua bocciatura del referendum per cancellare la Legge Fornero da giudice della Corte Costituzionale”.

Una colpa?
“Certo, storica”.

continua su Affaritaliani – clicca sotto –

http://www.affaritaliani.it/politica/salvini-vilipendio-mattarella-centrodestra-elezioni-berlusconi-416773.html?refresh_ce