E’ INVASIONE DI DETENUTI TUNISINI: 12 BARCONI CON 711 A BORDO

27
Gli scontri fra poliziotti e migranti nel porto di Mitilene, 4 settembre 2015 (EPA/STRATIS BALASKAS)

Dodici imbarcazioni sono state “soccorse”, nel giro di neanche 12 ore, fra il canale di Sicilia e le acque antistanti le isole Pelagie. Cinque mezzi da sbarco – con complessivi 211 tunisini a bordo – sono già approdate a Lampedusa dove, sul molo Madonnina, dopo uno sbarco autonomo, sono stati bloccati altri 40 extracomunitari.

Durante la giornata di ieri, altri 500 migranti sono stati prelevati nel corso di 7 operazioni. Sono dunque complessivamente 711 i galeotti tunisini che vanno ad aggiungersi ai 550 recuperati nella giornata di martedì. Gli ultimi salvataggi, in ordine di tempo, per 4 gommoni e 3 piccole imbarcazioni, sono stati realizzati tutti nel canale di Sicilia – tra la Libia e la Tunisia – da due motovedette della Guardia costiera, da unità della Marina militare e delle organizzazioni non governative.*
All’hotspot di Lampedusa, nella tarda mattinata di ieri, vengono ospitati 728 tunisini, per lo più ex detenuti scaricati in Italia dopo l’indulto, in totale, oltre il doppio rispetto a quelli che, invece, la struttura potrebbe ospitare.

  • sAntonio Cane Fassetta

    Un vero scempio!!!E il presidente della Republica Sr. MATTARELLA ! Bene GRAZIE !!!CHE SCHIFO !!!