Il Sud con Salvini

Is, pianificavano attentati a Capodanno: arresti in Turchia e Bruxelles. Sale allerta per le feste

loading...

La polizia ha fatto irruzione nell’abitazione di due presunti kamikaze ad Ankara trovando i giubotti esplosivi. Secondo una fonte del ministero, l’obiettivo era la centrale piazza Kizilay, da colpire durante i festeggiamenti. In Belgio presi due membri dei ‘Kamikaze Riders’ per “partecipazione ad attività di gruppo terroristico”, progettavano di colpire Bruxelles

ANKARA – La polizia turca ha arrestato due persone ad Ankara sospettate di stare pianificando un attacco suicida a Capodanno. Secondo un funzionario che ha chiesto l’anonimato, i presunti kamikaze erano legati all’Is. Il loro obiettivo era quello di farsi esplodere a piazza Kizilay, nel centro della capitale turca, durante i festeggiamenti di fine anno.

Entrati nel Paese dalla Siria, i due sospetti, come descrive l’agenzia di stampa turca Anadolu, sarebbero entrambi cittadini turchi. La polizia li ha arrestati in casa durante un blitz nel distretto di Mamak. Nell’abitazione gli agenti hanno trovato, e sequestrato, i giubbotti esplosivi. A ottobre un doppio attentato suicida nella capitale turca ha causato la morte di oltre cento persone e da allora le autorità hanno aumentato le operazioni per contrastare i militanti.

Ma il problema sono le feste. L’allerta per la fine dell’anno è alta. In Belgio, dopo due giorni di perquisizioni nel brabant fiammingo, nelle regioni di Bruxelles e Liegi, sono stati arrestati due membri del gruppo “kamikaze riders”: il fondatore del movimento, il predicatore salafita Said Souati, 30 anni, e di Mohamed Karay, 27, un tecnico automobilistico. Entrambi provengono dal distretto di Anderlecht.

Secondo quanto riferisce La Derniere Heure, anche loro progettavano un attentato a Bruxelles per capodanno. Gli agenti dell’antiterrorismo hanno esaminato il Gsm di Mohamed Karay, appurando che consultava frequentemente siti jihadisti. Souati, già nel 2013 era stato citato nel dossier Sharia4Belgium ed era considerato estremista radicale e predicatore salafita. L’uomo è conosciuto anche con i soprannomi di Said Kamikaze, Kawaz Kr e Said Delta Box III. E’ accusato di “partecipazione ad attività di un gruppo terroristico in qualità di dirigente e di reclutatore nell’ottica di commettere reati terroristici”. Nel mandato di arresto Mohamed Karay è indicato come “autore o co-autore di attività terroristiche”.

I ‘Kamikaze Riders’ nella regione di Bruxelles sono noti per le loro scorribande in strada a tutta velocità, ma anche per il sostegno dei loro membri alla causa jihadista.

I sospetti, secondo la rete televisiva Rtbf, avevano pianificato degli attacchi contro diversi “obiettivi emblematici” della capitale belga, da mettere a segno durante le festività di fine anno. Secondo indiscrezioni della stampa belga, l’obiettivo principale era il commissariato generale, che si trova a due passi dalla Grand Place di Bruxelles: l’informazione non è stata confermata, ma il livello di allerta è stato innalzato per i commissariati e per i militari in pattuglia sulle strade da 2 a 3 e così resterà per almeno la settimana prossima.

Allerta anche in Bangladesh dove l’ambasciata Usa ha messo in guardia i cittadini statunitensi sulla possibilità, nei prossimi giorni, di attacchi terroristici contro hotel e locali dello stato asiatico, forse in coincidenza con i festeggiamenti di Capodanno. Lo riferisce il sito della Cnn. L’ambasciata a Dhaka non ha rivelato l’origine del suo “warning” che comunque segue di un mese un avviso ai turisti in Bangladesh diffuso dal Dipartimento di Stato Usa dopo attacchi rivendicati dall’Is nel paese.

loading...

SEGUICI SU FACEBOOK

banner