Il Sud con Salvini

Isis bombarda scuola in Siria, uccise nove studentesse

loading...

È accaduto nei bombardamenti condotti dai miliziani contro una scuola della città di Deir Ezzor. E in Iraq offensiva per riprendere possesso della città di Ramadi, da maggio nelle mani dei miliziani: «La riconquisteremo entro 72 ore» fanno sapere fonti irachene

Nove studentesse sono rimaste uccise nei bombardamenti condotti dall’Isis contro una scuola della città siriana di Deir Ezzor. A riferirlo l’agenzia di stato di Damasco Sana. E anche l’Osservatorio siriano per i diritti umani fa sapere che sulla scuola, che si trova nel distretto di Hrabesh controllato dal regime, sono caduti diversi razzi. Una ventina i feriti. Le vittime sarebbero per la maggior parte minorenni.

loading...
L’offensiva a Ramadi

E sempre martedì ha preso il via l’offensiva delle forze sicurezze irachene per riprendere il possesso della città di Ramadi, ora sotto controllo dello Stato islamico. L’esercito di Baghdad, ha spiegato il portavoce dell’unità antiterrorismo Sabah al-Numani «avanza verso il complesso del governo nel centro di Ramadi, il combattimento è in corso». «La città sarà ripulita dagli jihadisti nel giro di 72 ore» fa sapere Sabah al Noman, portavoce delle forze antiterrorismo di Baghdad. A supportare i militari iracheni l’aviazione e l’esercito della coalizione internazionale guidata dagli Stati Uniti. Liberate alcune zone della città, i quartieri di al Bakr e Al Dubat nel centro, e Al Aramel nel sud. Negli scontri con gli jihadisti sono morti 35 terroristi. Secondo l’intelligence irachena, nel centro della città ci sarebbero tra i 250 e 300 miliziani dello Stato islamico.

loading...

SEGUICI SU FACEBOOK

banner