Il Codacons annuncia una denuncia alla Procura di Roma e alla Polizia Postale nei confronti di Google per possibile favoreggiamento del terrorismo.

”Su Youtube, piattaforma di proprietà Google, compaiono migliaia di video di propaganda jihadista con cui l’Isis rivolge minacce all’Occidente e invita il popolo islamico a compiere atti di violenza verso cristiani ed ebrei – spiega il Codacons – Video che registrano migliaia di visualizzazioni, come testimoniato da un reportage di SkyTg 24, e che incrementerebbero le entrate della società americana grazie all’aumento dei visitatori sulla piattaforma.

Ma se Youtube è velocissima nel rimuovere video musicali o immagini che violano il copyright, per evitare beghe legali e sanzioni, non sarebbe altrettanto celere nell’individuare e cancellare i video pubblicati dall’Isis, che rimarrebbero in rete anche anni”.

Per l’associazione ”il sistema di controllo dei video su Youtube risulterebbe così inefficace e inadatto a limitare la diffusione di immagini di matrice jihadista, e i gravi ritardi nell’attività di intervento di Google potrebbero addirittura rappresentare una forma di favoreggiamento del terrorismo, perché i video e i proclami in oggetto raccolgono migliaia di visualizzazioni e fanno proseliti”.

Per tale motivo il Codacons ha deciso di denunciare Google alla Procura di Roma e alla Polizia Postale, chiedendo di ”aprire una indagine nei confronti del colosso americano e accertare se le incapacità dell’azienda nell’intervenire sui video dell’Isis possano rappresentare una forma di favoreggiamento del terrorismo”

Fonte: Qui

loading...