Isis, l’allarme da Londra: Jihadisti con droni radioattivi

58

Al summit di Washington sul pericolo legato agli ordigni nucleari o all’utilizzo di sostanze radioattive da parte di gruppi terroristi è stato mostrato un breve video in cui si vedono uomini di Isis impratichirsi nell’uso di droni.

Il pericolo è tale che a Washington è stato organizzato una simulazione (war games) per prepararsi ad affrontare una simile minacce. A rivelare il nuovo possibile piano di attacchi dei jihadisti dell’Isis è il Daily Telegraph.

Secondo alcune indiscrezioni da parte dei servizi britannici e confermate dal premier David Cameron, i jihadisti potrebbero usare normalissimi droni carichi di uranio impoverito per colpire le città occidentali. Si tratta di uranio come quello impiegato nelle macchine per le radiografie o la radioterapia che una volta polverizzato può essere spruzzato in microparticelle come una sorta di insetticida, letale se inalato. Secondo i servizi di intelligence questa nuova arma potrebbe, nello spazio di pochi minuti, spargere aria radioattiva in un’area vasta quanto una città. I sintomi dell’avvelenamento nucleare arriverebbero dopo ore o dopo giorni. Il fronte del terrore dunque continua a prepare le sue armi per colpire ancora al cuore l’Occidente.

Fonte: Il Giornale