Il Sud con Salvini

Italia inondata dall’olio d’oliva…tunisino…

loading...

L’olio di oliva tunisino inonda l’Italia, dove importazioni dal Paese nordafricano sono aumentate del 734 per cento nel 2015, ovvero di oltre otto volte rispetto alle quantità rispetto allo scorso anno. Emerge da una analisi di Coldiretti. Il risultato è che nel 2015 l’Italia si conferma il principale importatore mondiale di olio di oliva nonostante l’andamento positivo della produzione nazionale”. ”Una situazione che rischia di peggiorare ulteriormente dopo il via libera annunciato dalla Commissione Europea all’aumento del contingente di importazione agevolato di olio d’oliva dal Paese africano verso l’Unione europea fino al 2017, aggiungendo ben 35.000 tonnellate all’anno alle attuali circa 57.000 tonnellate senza dazio già previsti dall’accordo di associazione Ue-Tunisia”.

loading...

Una decisione sulla quale – precisa la Coldiretti – è giustamente intervenuto anche il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni affermando che ”non si deve danneggiare l’economia agricola nazionale”. Il rischio concreto, per Coldiretti, e’ il moltiplicarsi di vere e proprie frodi come sembrano dimostrare le recenti indagini aperte dalla Magistratura e dall’Antitrust, ma anche di inganni, con gli oli di oliva importati che vengono spesso mescolati con quelli nazionali senza dirlo ai consumatori”.

Fonte: Qui

loading...

SEGUICI SU FACEBOOK

banner