Il Sud con Salvini

Kosovo, dove i cristiani sono massacrati e l’ISIS prospera

loading...

Non si sente spesso parlare di questa regione nel cuore dei Balcani, dove i cristiani stanno subendo una pulizia etnica di “bassa intensità” con attacchi alla comunità serba ortodossa presente sul luogo. Negli ultimi giorni è stato preso di mira il villaggio di Gorazdevac, nell’ovest dell’autoproclamata repubblica.

Gli autori dell’attacco sono estremisti albanesi e durante l’azione è stato preso di mira una statua che ricorda i cristiani ortodossi massacrati sotto i bombardamenti della NATO durante la primavera del 1999.
Marko Djuric, il capo dell’Ufficio governativo serbo per il Kosovo ammette che si tratta proprio di tentativo di obbligare la popolazione fedele a Cristo di lasciare la regione.

loading...

Secondo le agenzie di informazione, il Kosovo è oggi una dei centri di reclutamento dell’ISIS in Europa: sono molte le ONG che hanno operato nella zona e questo lavoro è stata solo una copertura per nascondere le vere intenzioni: radicalizzare la popolazione islamica e prepararla per la jihad.

La paura è che da questo bacino di estremismo possano partire attacchi terroristici nel resto dei Balcani, sul modello delle stragi di Parigi: il ritorno inoltre dei combattenti dal Vicino Oriente, fornisce ai fondamentalisti delle persone con esperienza di combattimento.

loading...

SEGUICI SU FACEBOOK

banner