KURZ: “BASTA IMMIGRATI O L’EUROPA SI SPACCA”. E INVOCA L’ESERCITO

364

“Costringere gli Stati ad accettare rifugiati non aiuta l’Europa; se continueremo su questa strada, divideremo ulteriormente l’Unione Europea”

Leggiamo su Il Populista:

“Costringere gli Stati ad accettare rifugiati non aiuta l’Europa; se continueremo su questa strada, divideremo ulteriormente l’Unione Europea. Le quote di collocazione dei migranti non hanno senso”. Non ha peli sulla lingua il neo cancelliere austriaco Sebastian Kurz che, in un’intervista al quotidiano tedesco Bild am Sonntag, le ha cantate all’Europa.

Secondo il cancelliere, esponente della Oesterreichische Volkspartei (Oevp), il partito popolare austriaco, la “distribuzione dei migranti a quote fisse è un errore e che gli Stati membri dovrebbero decidere autonomamente se e quante persone ospitare”. “I migranti che sono diretti verso l’Europa non vogliono andare in Bulgaria o in Ungheria, ma in Germania, in Austria o in Svezia”, ha aggiunto. “I confini tra asilo e migrazione economica sono attualmente poco chiari. Ci sono persone che devono essere aiutate nei loro paesi di origine e se questo non è possibile, allora venga fatto negli Stati vicini”.

“Se ciò non è possibile, allora nelle aree sicure del proprio continente. L’Ue dovrebbe appoggiarlo anche militarmente”, ha affermato Kurz, “non possiamo più accogliere persone che viaggiano illegalmente nell’UE con l’aiuto degli scafisti”.