Ecco come la Cina ci sta riempiendo di droga

96

Secondo quanto riporta la relazione 2016 sul mercato degli stupefacenti nell’Ue, pubblicatarecentemente dall’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze (OEDT) assieme ad Europol, ogni anno gli europei spendono almeno 24 miliardi di euro per l’acquisto di droghe, facendo così del traffico di stupefacenti una delle attività più lucrative della criminalità organizzata.

“La produzione e il traffico di stupefacenti restano uno dei mercati criminali più grossi e innovativi in Europa”, ha affermato Rob Wainwright, direttore di Europol. “Questo mercato, che diviene sempre più complesso e strettamente associato ad altre forme di criminalità e addirittura al terrorismo, rappresenta una delle principali minacce per la sicurezza interna dell’Ue”.

Il rapporto sottolinea che il traffico di droga viene alimentato sia dalla produzione interna che dall’importazione da altre parti del mondo. In particolare dall’America meridionale, dall’Asia occidentale e dall’Africa settentrionale. Fin qui nulla di nuovo.

Ma leggendo attentamente il rapporto si scopre che gran parte del business arriva dalle case farmaceutiche cinesi, attraverso la produzione e lo smercio di nuove sostanze psicoattive, difficilmente tracciabili. Anche perchè, spesso, vengono etichettate come “prodotti chimici di ricerca” e non sono ancora catalogate tra le sostanze più conosciute. Ma l’effetto è lo stesso. E spesso è letale.

Catinoni sintetici come mefedrone, pentedrone e Mdpv sono diventati una costante sul mercato delle sostanze illecite. I catinoni vengono usati in modo simile o intercambiabile rispetto ad altri stimolanti come l’anfetamina e l’Mdma. Queste sostanze, disponibili in polvere o in compresse, sono prodotte maggiormente nella zona del Guangdong in Cina e poi spedite in Europa usando tranquillamente le maggiori compagnie di trasporti internazionali.

Secondo i ricercatori “lo sviluppo del mercato è avvenuto soprattutto grazie ad internet, alla rete moderna dei trasporti, al basso costo della manodopera e alla corruzione delle ditte farmaceutiche”. Le varie droghe, infatti, vengono prodotte in modo del tutto legale da società regolarmente registrate.

La Cina ci sta riempiendo di droga