Il Sud con Salvini

LA FURIA DI SGARBI: “SFRATTANO LA POVERA PEPPINA E ACCOLGONO I PROFUGHI”

loading...

La scenata d’ira di Vittorio Sgarbi, manifestata nella sua camera d’albergo mentre si fa la barba e consulta il telefonino, è di quelle destinate a passare alla storia. Il critico d’arte trasecola alla notizia dello sfratto della terremotata di 95 anni, Giuseppina Fattori, detta nonna Peppina, cacciata – perché considerata abusiva dalla procura – dalla casa di legno realizzata vicino Macerata per lei dai figli, dopo che la sua era stata dichiarata inagibile a causa del sisma delle Marche. «Assurdo cosa mi tocca leggere, ti mandano un cointainer di merda dopo 8 mesi e intanto sei accampato in un buco di culo, ma sei una cittadina italiana di 95 anni, l’età di mio padre, poi arrivano i carabinieri forestali, bravi ragazzi che hanno un ordine e ti devono sfrattare dalla casa che non hai». Da lì si passa a critiche al Papa, al governo, a Gentiloni, al commissario per la ricostruzione De Micheli, a chi accoglie i profughi e caccia dalle case i terremotato italiani.

loading...

Il Secolo D’Italia

loading...

SEGUICI SU FACEBOOK

banner