“La UE ha fatto concessioni alla Turchia oltre il senso comune del pudore”

107

Bruxelles è andata al di là di tutti gli standard di decenza i merito alle concessioni a beneficio della Turchia a seguito della crisi migratoria, ha affermato il rappresentante permanente della Russia presso la UE Vladimir Chizhov.

“Penso che la UE sia andata oltre il senso comune del pudore sulle concessioni alla Turchia. In questo caso, come si suol dire, sembrano sbiaditi i cosiddetti valori comuni dell’Unione Europea, che i nostri partner spesso raccomandano e in alcune situazioni cercano di imporre. Stanno diventando sempre più attuali quanto la posizione dell’Unione Europea sia di principio e quanto l’Europa per il bene dei suoi interessi politici lasci da parte o addirittura sacrifichi i suoi valori”, — ha detto Chizhov durante una videoconferenza con l’agenzia russa di stampa internazionale “Rossiya Segodnya”.

L’accordo discusso tra la UE e la Turchia per affrontare la crisi migratoria prevede che Ankara si riprenderà tutti i migranti ad eccezione dei profughi che sono arrivati in Grecia transitando dal territorio turco. In cambio Ankara riceverà l’accelerazione dei negoziati sulla liberalizzazione dei visti e dei negoziati per l’adesione alla UE, così come 3 miliardi di euro. Al vertice UE-Turchia del 7 marzo i rappresentanti di Ankara avevano richiesto di aumentare del doppio l’assistenza finanziaria della UE per migliorare l’accoglienza dei profughi in territorio turco.

Sputnik