LAMPEDUSA – Tunisini cercano di scappare nascondendosi nel camion dei rifiuti

31
Immigrati provenienti dalla Tunisia vengono trasferiti, oggi 8 marzo 2011, con un ponte aereo dall'aeroporto di Lampedusa verso altri Centri di accoglienza. ANSA/ INSIDEFOTO/ SERENA CREMASCHI

Per tirarli fuori è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco. Uno di loro aveva perso conoscenza

Leggiamo su Il Giornale:

Si erano nascosti in un autocompattatore per i rifiuti in partenza da Lampedusa per Porto Empedocle. Cinque tunisini, ospiti del Centro d’accoglienza di Lampedusa, sono rimasti feriti ieri sera tentando di scappare dall’isola.

A scovarli sono state le fiamme gialle che stavano effettuando i controlli di rito sui camion e sugli articolati in partenza per la cittadina in provincia di Agrigento. Per tirare fuori i tunisini è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco del distaccamento aeroportuale di Lampedusa.

Il più grave era un ragazzo che è stato tirato fuori privo di conoscenza e, sdraiato sulla banchina, ha avuto una crisi respiratoria per le esalazioni dei rifiuti respirati nel compattatore. Uno dei cinque ragazzi, nel frattempo, ha provato ad allontanarsi ma senza riuscirci. I giovani extracomunitari sono stati poi accompagnati nella guardia medica. Le loro condizioni non erano gravi, hanno trascorso la notte nel poliambulatorio dell’isola e all’alba sono stati dimessi e hanno fatto ritorno al Centro di prima accoglienza di contrada Imbriacola. Sembra che a dare l’allarme sia stato proprio uno dei cinque tunisini che si erano nascosti nel cassone pieno di rifiuti che era in attesa di lasciare il porto per raggiungere via nave Porto Empedocle.

via Il Giornale