L’Austria mette uno stop all’arrivo dei migranti!

102
Migrants arriving from Tovarnik cross the border to Hungary before Hungarian police and soldiers closed the border with barbed wire in Botovo on October 16, 2015. The border between Hungary and Croatia has been closed to "illegal" migrants, the Hungarian government said, with barbed wire fences being set up to seal the frontier. Earlier in the day Croatia announced that it would divert migrants to Slovenia after Hungary said it would close the border with its fellow EU member -- a major transit point for tens of thousands of refugees -- at midnight. AFP PHOTO/STR (Photo credit should read STR/AFP/Getty Images)

L’Austria non può ospitare più di 100mila migranti all’anno. Lo ha dichiarato il vicecancelliere, Reinhold Mitterlehner, parlando a radio Orf. L’annuncio è arrivato a seguito della decisione della Germania di limitare gli arrivi. Centinaia di migliaia di persone, alcune delle quali in fuga dai conflitti in Medioriente, Afghanistan e Siria, sono entrati in Austria lungo la cosiddetta rotta dei Balcani dall’inizio di settembre. La maggior parte dei migranti si sono diretti in Germania, ma Vienna prevede di ricevere circa 95mila richieste di asilo in quest’anno, pari a più dell’1% della popolazione, rispetto alle 28mila registrate nel 2014.

Di queste, il 38% sono state approvate. Tutte le altre respinte, e quindi quasi 60.000 ”migranti” dovranno essere espulsi dall’Austria. ”Possiamo accoglierne 90-10mmila… Ma molti di più non sarà semplicemente possibile”, ha dichiarato Mitterlehner, conservatore del partito popolare austriaco. Il cancelliere Werner Faymann, un socialdemocratico che in generale adottato una linea più morbida sulla questione rispetto ai conservatori, sabato scorso ha fatto sapere che l’Austria dovrebbe intensificare il rimpatrio di migranti che non hanno diritto di asilo, sottolineando che le decisioni politiche sono prese in coordinamento con la Merkel.

Fonte: Qui