Le pensioni sono a rischio in tutta Europa. Smentita la favola che ce le pagano gli immigrati

35

Arrivano centinaia di migliaia di clandestini all’anno, ma i sistemi previdenziali continuano a peggiorare

Leggiamo su Il Populista:

Anche l’Ocse sfata il mito degli immigrati che pagano le pensioni. Anzi, i sistemi previdenziali continuano a peggiorare nonostante arrivino in Europa centinaia di migliaia di immigrati ogni anno. “Dopo la crisi finanziaria e la crisi del debito in Europa, le riforme previdenziali sono state numerose e condotte su ampia scala, tuttavia, anche considerando i progressi compiuti, persistono timori sulla sostenibilita’ finanziaria e l’adeguamento delle pensioni nei sistemi previdenziali”: e’ quanto scrive l’Ocse nel Panorama sulle pensioni 2017.

Per l’organismo internazionale con sede a Parigi, “il continuo invecchiamento delle societa’, associato all’evoluzione della natura del lavoro”, ha un impatto “sulla sostenibilita’ finanziaria dei sistemi previdenziali e sull’adeguamento dei redditi da esso scaturiti, inoltre – puntualizza l’Ocse – sono aumentati i rischi di un aumento delle ineguaglianze tra anziani”. L’organizzazione scommette anche su un possibile rallentamento delle riforme. Per gli studiosi dell’Ocse e’ infatti ipotizzabile che “dopo dieci anni di tensioni, il miglioramento delle finanze pubbliche, il rischio di affaticamento rispetto alle riforme, come anche l’instabilita’ politica e l’accrescersi del populismo rallentino la cadenza delle riforme”.

via Il Populista