Lo dice Medici Senza Frontiere: il 60% degli immigrati a problemi psichici e psicopatie

1492

L’allarme è lanciato da un rapporto di Medici senza frontiere (‘Traumi ignorati’), pubblicato oggi, su dati raccolti in vari Centri di accoglienza straordinaria (Cas) – di Roma, Trapani, Ragusa e Milano – tra luglio 2015 e febbraio 2016. Il 60% dei soggetti intervistati aveva sintomi di disagio mentale connesso a eventi traumatici subiti prima o durante il percorso migratorio.

In particolare, tra i 199 pazienti presi in carico nei Cas di Ragusa, il 42% presentava disturbi compatibili con il disordine da stress post traumatico (PTSD), e il 27% era affetto da disturbi legati all’ansia.

Le probabilità di avere disagi psicopatologici risulta 3,7 volte superiore. Msf, che da anni fornisce supporto medico e psicologico di accoglienza, chiede alle autorità italiane ed europee di adottare un tipo di accoglienza che tenga conto di bisogni specifici per la salute mentale di queste persone.

Ansa