LO SCHIAFFO DELL’AUSTRIA ALL’UE: IL MINISTERO DEGLI ESTERI ANDRÀ ALL’ESTREMA DESTRA ANTI-MIGRANTI E EUROSCETTICA

10

Continuano senza soste le trattative tra il People’s Party di Sebastian Kurz e il Freedom Party di Heinz-Christian Strache per formare una coalizione di governo entro il prossimo mese di dicembre, e queste discussioni stanno portando a notevoli progressi.

Dopo aver raggiunto un accordo su alcuni punti del programma, i due partiti vincitori delle elezioni hanno trovato un’intesa riguardo la nomina a ministro degli esteri e questo e’ importante perche’ il Freedom Party ha posto come condizione per far parte del governo quella di avere un suo rappresentante come ministro degli interni o degli esteri.

Ebbene, Sebastian Kurz li ha accontentati designando come ministro degli esteri del suo nuovo governo Norbert Hofer.

Hofer, che e’ stato candidato alle elezioni presidenziali l’anno scorso, e’ un convinto euroscettico tant’e’ che non ha mai risparmiato critiche alla UE riguardo le sue politiche economiche, migratorie e sulla sicurezza ed e’ anche fortemente contrario alla creazione di un superstato europeo.

Oltre ad essere euroscettico Hofer e’ anche uno che sa come parlare alla stampa ed e’ anche grazie a lui che il Freedom Party ha avuto un forte successo elettorale.

Questa designazione da molti viene vista come un segnale molto forte verso il presidente della commissione europea Jean-Claude Juncker il quale ha invitato Kurz a formare un governo “europeista” ma evidentemente quest’ultimo ha preferito assecondare i desideri dei suoi elettori e non quelli dei parassiti di Bruxelles. La nomina in pactore di Hofer è un vero schiaffo in faccia a Juncker.

Ovviamente e’ ancora troppo presto per fare delle previsioni, ma la stampa d’Oltremanica ha gia’ parlato di schiaffo alla UE e probabilmente il prossimo governo austriaco sara’, dopo quello britannico, il piu’ euroscettico e questo non potra’ che avere conseguenze anche in Italia.

Come al solito, la stampa del bel paese ha ignorato questa notizia ma questa censura non impedira’ il declino della UE non fosse altro perchè il vento euroscettico che sta soffiando in tutta Europa e’ troppo forte per essere fermato e chi non lo capisce lo fa a suo rischio e pericolo.

Ecco, a titolo di esempio, uno dei giornali britannici che riporta la notizia censurata in Italia:

http://www.express.co.uk/news/world/876490/european-union-austria-sebastian-kurz-coalition-government-norbert-hofer-foreign-minister

via Il Nord