Il Sud con Salvini

L’Ungheria, uno STATO CON LE PALLE: “gli immigrati? Pensiamo prima ai nostri figli!”

loading...

Budapest, stop ai treni dei profughi per la GerMania. Evacuata la stazione. Governo: “I migranti non ci servono”

La stazione internazionale di Budapest è stata evacuata martedì mattina per allontanare le centinaia di profughi che tentavano di disperatamente di salire sui treni diretti in Austria e in Germania. Nel primo pomeriggio la polizia ha sgomberato con lacrimogeni i rifugiati che stavano protestando nella piazza davanti allo scalo ferroviario.

Un portavoce del governo ha spiegato che l’Ungheria intende applicare alla lettera la normativa europea secondo la quale i cittadini di Paesi non comunitari devono essere in possesso di un passaporto e di un visto utile per viaggiare all’interno di Schengen. “Non penso che l’Ungheria abbia bisogno di un singolo immigrato proveniente dall’Africa o dal Medio Oriente, l’Europa deve usare le sue risorse umane e, se vuole una politica per l’immigrazione, questa deve essere regolata e controllata”, ha detto il capo dello staff del premier ungherese, Janos Lazar, in un’audizione davanti ad una commissione parlamentare, mentre a Budapest è caos per la decisione di chiudere la stazione ai migranti.

loading...

“Nell’ultimo decennio – ha continuato – una visione di sinistra ha dominato il Parlamento e la Commissione europei, una visione per cui il modo per sviluppare l’Europea è quello di permettere a tutti di entrare e di accettare tutti senza controlli e regole”.

Da giorni la stazione Keleti è diventata il rifugio temporaneo di migliaia di richiedenti asilo in prevalenza siriani, sbarcati in Grecia dalla Turchia e diretti nell’Europa settentrionale. “Nessun treno lascerà o arriverà alla stazione di Keleti sino ad ulteriore ordine. Preghiamo tutti di abbandonare i locali della stazione”, ha ammonito un Annuncio diffuso tramite altoparlanti nella stazione, mentre agenti della polizia facevano sgomberare le persone presenti. Poco dopo la stazione ha aperto nuovamente, ma i profughi non vengono lasciati entrare.

loading...

SEGUICI SU FACEBOOK

banner