MADRE E FIGLIA ITALIANE COSTRETTE A VIVERE IN MACCHINA

553

Via Miranese, parcheggio sotto alla tangenziale. Il rombo continuo di auto e camion che ti passano sopra alla testa. Qualche decina di macchine parcheggiate nelle prime file e, in fondo, qualche furgone con targa straniera. In mezzo, vicino alla recinzione verso Villa Ceresa, una mercedes E200 station wagon un po’ acciaccata.

Come scrive LEGGO: Lì dentro due donne, madre e figlia, accampate da quasi un mese in un posto che, se di giorno è polvere, sporcizia e rumore, di notte fa anche paura. Patrizia Heinz, 54 anni, e Micol Pannella, 24, sono veneziane. Fino al 20 marzo scorso vivevano in affitto, con un “contratto transitorio”, in un appartamento nella vicina via Lissa.

Poi lo sfratto, e la decisione di “non fare resistenza”. Patrizia è separata da Mauro Marco Pannella, 53 anni, ospitato a casa del padre e qualche volta da un amico, ma ha perso il lavoro: «facevo mercatini, ma senza auto ho mollato tutto».

Fonte: Qui