Il Sud con Salvini

MAGDI ALLAM, DURISSIMO CONTRO GLI “INGINOCCHIATI” ITALIANI: “CORANO E ALLAH: LA VERGOGNA DI CHI DICE MENZOGNE”

loading...

Proprio come Libero, il quotidiano Il Tempo è nel mirino di ordine dei giornalisti, associazioni e fronte pro-invasione. Tutta colpa dei titoli sul caso della bimba uccisa dalla malaria morta a Trento.

E il quotidiano capitolino, oggi, torna sulla questione, ovviamente. In un commento, Alessandro Meluzzi scrive: “Negare che gli immigrati portano malattie è ottuso dogmatismo”.

Ma “questa è la sinistra oggi: non ha più rivoluzioni e allora s’attacca al moralismo”.

E dunque, sulla questione, viene interpellato Magdi Cristiano Allam, in un’intervista dove si spende in un parallelismo tra il caso-malaria e l’islam, religione verso la quale “abbiamo sospeso l’uso della ragione oltre che abbiamo dimenticato di esercitare il diritto costituzionale alla libertà di espressione”.

loading...

Secondo Allam, “abbiamo paura di criticare Allah, il Corano, Maometto o la sharia. Si pubblicano legittimamente vignette che criticano il Papa e il cattolicesimo, ma se si usa lo stesso metro con l’islam si scatenano proteste o guerra”.

E ancora, attacca: “Il pensiero egemone che emerge dai grandi media nazionali e dagli intellettuali che hanno maggiore visibilità è un orientamento politicamente corretto che, in modo aprioristico, legittima la fede maomettana a prescindere dalla compatibilità con i valori della civiltà occidentale”.

Fonte: qui

loading...

SEGUICI SU FACEBOOK

banner