Il Sud con Salvini

MARINE LE PEN: “L’UNIONE EUROPEA È UN IMBROGLIO POLITICO”

loading...

“Siamo qui per un nuovo sogno, quello di un’Europa più normale, perché un’altra Europa è possibile”.

Così il segretario della Lega Nord, Matteo Salvini, a margine della prima convention dei movimenti sovranisti, aderenti al gruppo Europa delle nazioni e delle libertà, presieduta dalla leader del Front National, Marine Le Pen. A chi chiede se quella che hanno in mente l’Europa dei muri, Salvini replica: “Non voglio muri e fili spinati ma voglio che i miei figli vivano in un’Europa aperta, accogliente e generosa ma con limiti, regole e rispetto”.

È fondamentale per Salvini “recuperare sovranità e potere dall’Europa”. E poi ha aggiunto: “Se un governo di sinistra come quello della Svezia ha deciso di rimpatriare tutti quegli immigrati, significa che Schengen è morto”. La preoccupazione di Salvini è che ora quegli immigrati vengano in Italia, “perché è l’ unico Paese che non controlla i confini”. Dunque, ha concluso, “qualche uomo al Brennero o a Ventimiglia o al confine con la Slovenia non farebbe male”.

Dopo il leader della Lega, ha preso la parola Marine Le Pen, che ha tuonato contro l’Europa: “L’Ue è un imbroglio politico e umano. Ce lo ha detto anche il premier francese che l’Europa rischia di disgregarsi, ma a differenza di Manuel Valls – ha aggiunto – io non mi preoccupo di questa situazione. Vedo anzi segnali promettenti, a partire da Italia e Francia. L’Ue si sta disgregando ovunque e ciò prepara un futuro più felice per i nostri popoli”.

loading...

Secondo Le Pen, “la crisi ha contribuito a far capire ai nostri cittadini che il ritorno alle monete nazionali farebbe stare meglio i nostri popoli, anzitutto sarebbe la fine dell’austerity”. Quindi la ricetta è di riprendere sovranità dall’Ue, a partire da quella monetaria, ma “non verrà meno la solidarietà fra i popoli. Auspichiamo l’avvento di un’Europa dei popoli e delle sovranità”. Le Pen la pensa come Salvini: “Schengen si sta sgretolando. E mi rallegro di questa disgregazione. La crisi dei migranti ha rivelato l’infamia di Schengen e ne sta accelerando la fine. Il loro progetto è quello di sostituire le polizie di frontiera con un ente europeo. Senza esitare parlerei di mercenariato doganale europeo. Il catastrofico accordo di Schengen continua a essere insoddisfacente”.

“È molto interessante vedere che l’insieme dei popoli che vogliono restare liberi e sovrani soffrono per le stesse situazioni e condividono le stesse speranze”. Questa è la chiave di lettura che la leader del Front National Marine Le Pen dà della convention milanese dei partiti euroscettici del gruppo Enf. Cosa pensa del governo italiano? “Il governo italiano guidato da Matteo Renzi somiglia molto a quello francese perché tutti questi governi prendono direttamente ordini da Bruxelles ed è una situazione che non è più tollerabile”

loading...

SEGUICI SU FACEBOOK

banner