MIGRANTI, LA VIRATA DI RENZI: “CAMBIARE GLI ACCORDI DI DUBLINO”

70

Ora se ne accorge pure il leader del Pd che sull’immigrazione bisogna cambiar passo. E si rivolge al Cav: “Facciamolo insieme”

Leggiamo su Il Giornale:

“L’immigrazione è un tema complicato, che non viene dai governi di sinistra. È esploso dopo l’accordo di Dublino, firmato da Berlusconi nel 2003.

Cambiamolo insieme senza polemiche. Ma quell’accordo porta la sua firma, non quella di Renzi o Gentiloni”. Il segretario del Partito Democratico Matteo Renzi, sebbene non perda occasione per dare contro a Berlusconi e dimentichi che è stata la sinistra ad aprire le porte ai migranti, adesso ammette che bisogna cambiare gli accordi sull’immigrazione e chiede il sostegno del leader di Forza Italia.

“Se avessi seguito i sondaggi non avrei mandato le navi in Mediterraneo, ma sono contento di averlo fatto, da padre sono contento di aver salvato vite umane e, da babbo, di poter guardare negli occhi i miei figli”, ha aggiunto Renzi ad Agorà su Rai3.

L’ex premier poi ha affermato: “Più che i sondaggi, a me preoccupa il clima. Quello che è avvenuto a Macerata è stato subito buttato in politica. Noi abbiamo subito detto: ‘ragazzi calma, abbassiamo i tonì. Quando c’è una rissa chi dice ‘calma, abbassiamo i toni’ spesso non fa una bella fine, ma è importante farlo”.

Sul togliere la parola razza dalla Costituzione, cosa sostenuta ieri da Berlusconi, Renzi ha detto: “Mi sembra un tema condiviso, quindi sicuramente da portare avanti. Chi conosce il dibattito che animò l’Assemblea costituente sa anche le motivazioni che portarono ad inserirla. Magari se la togliamo anche dal dibattito politico…”.

Anche su un’altra cosa Renzi si dice d’accordo con Berlusconi: “È giusto che se non ci sono le condizioni si torni a votare, su questo la penso come Berlusconi, deciderà il presidente della Repubblica ma il ragionamento che se non ci sono i numeri si torna a votare mi trova d’accordo: noi con gli estremisti al governo non ci andremo mai”.

via Il Giornale