Migranti, #Salvini “No a cancellazione reato clandestinità”

122

TRIESTE, 11 GIU – “Sul reato di immigrazione clandestina il governo ha già cambiato idea cinque volte. Ogni atto, ogni legge che faccia pensare che l’Italia sia più avvicinabile dai clandestini è contro gli italiani e contro il buon senso, quindi ci siamo opposti e ci opporremo alla cancellazione”. Lo ha detto il leader del Carroccio Matteo Salvini rispondendo a una domanda a margine di un incontro politico oggi in piazza della Borsa, a sostegno del candidato a sindaco di Trieste Roberto Dipiazza. “Tremila sbarchi in meno di 24 ore, non se ne può più – ha aggiunto Salvini – è sempre più evidente che è un business: c’è qualcuno che sta guadagnando quattro miliardi di euro, altro che bontà e generosità. I sindaci sostenuti dalla Lega a Trieste, Pordenone e in tutta Italia accoglieranno i profughi ma respingeranno quelli che sono semplicemente clandestini”, ha concluso.